Grafica

Logo design, brand identity, immagine coordinata

Un’azienda, per posizionarsi sul mercato e distinguersi dai propri competitors, ha bisogno di trasmettere la proprià identità in modo chiaro e immediatamente riconoscibile.
Questa identità è definita dall’immagine che l’azienda stessa promuove e si esprime principalmente in modo visuale, cioè attraverso l’utilizzo di appositi elementi grafici: un nome, un logo, un carattere tipografico, determinati accostamenti cromatici.
La brand identity è la combinazione di tutti questi elementi, l’espressione visiva necessaria a rendere unico un brand, a comunicarne l’esistenza e la filosofia in modo significativo e facilmente memorizzabile, così da far crescere la brand awareness (la conoscenza e la presenza del brand sul mercato) ed incrementare il volume di affari legati al marchio.

Ma dare vita a una brand identity efficace non significa soltanto disegnare un logo o scegliere dei colori, quanto piuttosto definire un concept capace di trasmettere i valori e l’essenza stessa di un’azienda, valorizzandola al massimo e inducendo nel pubblico sentimenti di fiducia e di partecipazione emotiva.
Il concept contiene tutto ciò che si vuole comunicare al pubblico (per esempio la storia dell’azienda, l’esperienza maturata nel settore, la qualità di un servizio, la sostenibilità di un processo produttivo) e non è altro che un’idea, un progetto, una metafora comunicativa, una storia da raccontare.

Una volta definita l’identità aziendale e il sistema di codici su cui si fonda sarà possibile declinare in modo coerente e omogeneo quella che viene chiamata immagine coordinata, cioè l’insieme delle forme di comunicazione che si vogliono adottare: biglietto da visita, carta intestata, flyer e brochure informative, sito web, packaging di prodotti, campagne pubblicitarie.
Così facendo l’azienda sarà in grado di comunicare e promuoversi tramite canali diversi, sfruttando le potenzialità e la diffusione di ognuno, mantenendo sempre un’immagine complessiva chiara, definita e solida.

Come lavoro: metodi, strumenti, tecniche

  • Dialogo con il cliente

    Un progetto efficace di brand identity nasce da uno studio e da una conoscenza approfondita dell’impresa e dei suoi prodotti/servizi, dei suoi obiettivi e delle strategie commerciali, del suo target e dei canali di distribuzione. Per questo, come primo passo, cerco sempre di instaurare un dialogo costruttivo con il cliente per afferrarne la mentalità, i valori, la visione aziendale e le idee. Il mio compito, infatti, sarà proprio esprimere questi concetti attraverso un insieme coerente di immagini, testi e slogan.

  • Creatività

    All’aspetto analitico si accompagna quello creativo. Bilanciare questi due elementi è importante per giungere ad un risultato ottimale, dove l’aspetto estetico/emozionale e quello pratico/informativo risultino entrambi sufficientemente valorizzati ed equilibrati in un insieme armonico. Un buon brand deve trasmettere il giusto messaggio, e deve farlo in modo piacevole e chiaro.

  • Approccio multidisciplinare

    La costruzione di un’identità aziendale non è una semplice attività di design: è necessario piuttosto un approccio multidisciplinare per valorizzare l’apporto di ciascuna materia coinvolta nella progettazione (semiotica, sociologia, psicologia, desgin, marketing, economia).

  • Confronto

    I miei clienti hanno sempre un ruolo attivo durante l’intero processo creativo. Visionando le bozze possono seguire ogni passo della progettazione: i loro commenti sono spesso degli ottimi spunti per affinare intuizioni ed indirizzarmi verso un traguardo che sia estremamente soddisfacente per entrambi.

  • Disegno vettoriale

    Al termine del processo, il logo viene disegnato e fornito al cliente in formato vettoriale (cioè scalabile). Questo ne garantisce la perfetta usabilità per qualsiasi tipo di rappresentazione mediatica e in qualsiasi formato, mantendo inalterate le caratteristiche grafiche.